Your browser does not support JavaScript!

 

 

  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona

 

L'Arte Nasridi; Ristorante Tablao Flamenco Cordobes

Restaurante Flamenco Barcelona Entrada Tablao Flamenco CordobesRistorante Flamenco à Barcellona; Tablao Cordobes e arte Nasridi

L’arte Nasridi o arte di Granada è stato sviluppato nei secoli XIII e XV formando l’ultima tappa de l’arte ispanomusulmano. Ha una forte presenza nel Regno Nasridi di Granada, Berbería e altre aree della penisola Iberica, dando luogo all’arte mudéjar.

L’origine dell’arte Nasridi procede della debilitazione dell’imperio almohade, quando apparirono à al-Àndalus piccoli regni che si fecero con il potere tra i secoli XIII e XV. Il processo di ricostruzioni territoriale dà luogo a un nuovo regno à Andalusia, il Nasridi, con capitale à Granada nel 1237.

La pressione cristiana reduci piano piano il regno dando luogo alla capitolazione di Granada il 2 Gennaio 1492 facendo sparire l’ultimo bastione islamico e finalizzando l’arte Nasridi à al-Andalus.

La Alhambra di Granada è l’esempio più chiaro di questo tipo di arte e corrisponde alla dinastia Nasridi (1237-1492). La Alhambra “Qalat al-Ambra” (Castello Rosso), è la sintesi dell’architettura palestinese islamica e dei nuovi elementi di fortificazione incorporati all’architettura militare. Le sue opere furono iniziate dal fondatore della dinastia, che scelse sua ubicazione per situare la sua residenza.

La zona aveva i resti d’una piccola fortezza del secolo XI che diventava cittadella; la dota d’un doppio recinto, uno come muro e l’altro interiore con tre torre difensive, a l’interiore c’era un quartiere con casa, bagno e cisterna.

La Alhambra insieme ad altri edifici di Granada costituirono il marco generale di questo tipo d’arte come evoluzione all’arte ispanomusulmano.

La dinastia Nasridi fu l’ultima dinastia musulmana che dominò il Regno di Granada dal 1238 fino al 2 Gennaio 1492. La sua caduta significò il finale di al-Ándalus. Questa dinastia ebbe 20 sultane di Granada. L’ultimo di quelli, Boabdil, conosciuto come “il re piccolo”, si negò a pagare i tributi imposti per la Corona di Castiglia al Regno di Granada per permettere la sopravvivenza di quest’ultimo. Questo portò a i Re Catolici ad dichiarare la guerra al Regno Nasridi che insieme alla Guerra Civile che già aveva facilitò la riconquista cristiana. L’organizzazione territoriale ed amministrativa del regno si fecce verso le “tahas”. Durante il regnato di questa dinastia si edificò il palazzo dell’Alhambra, considerato il massimo esponente dell’arte Nasridi e una delle gioie dell’arte musulmano mai viste.