Your browser does not support JavaScript!

 

 

  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona

 

Seguiriya

Da seguidilla, per corruzione fonetica si hanno creato differenti varianti: seguiriya, seguirilla, siguiriya o siguerilla.

 

La Seguiriya è una delle varietà flamenche più antiche insieme alla soleá, la spina dorsale del flamenco. E 'considerato il più emblematico canto jondo, derivato dalle primitive tonas e creato soprattutto a Cadice e Siviglia, nei porti, Jerez e nei quartiere Triana principalmente.

 

Si tratta di un canto tragico che ha i valori fondamentali di quello che oggi è conosciuto come cante jondo. Le lettere delle loro canzoni sono tragiche, dolorose e riflettono la sofferenza delle relazione umane, l'amore e la morte.

 

E 'chiamata anche Seguiriya zingara per essere la varietà scelta dai zingari per esprimere le proprie difficoltà tragiche. Le sue lettere amare denunciano l'esistenza terribile dei zingari durante i tre secoli che sono sopravvissuti emarginati dalla società.

 

Rappresenta anche un momento cruciale per il flamenco, dal momento che la Seguiriya si unisce con la chitarra.

 

Al ballo, dopo Vicente Escudero, sono state portate alla danza femminile da Pilar López, che ha aggiunto le castagnette. Indimenticabile la seguiriya cantata da Manolo Caracol e danzato da Pilar López e Luisa Ortega nello spettacolo Torres de España, che presentarono insieme nel 1956.