Your browser does not support JavaScript!

 

 

  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona  Flamenco Barcelona

 

La Rambla- El Pla del Teatre

Palau Guell La RamblaLa Rambla- El Pla del Teatre

Nella Rambla c’è di tutto, un mercato, un’opera, teatri, un tablao flamenco e anche una università: La Università Pompeu Fabra, che ha il nome di un scientifico linguista che normalizzò la grammatica della lingua catalana.

La nuova università è situata dove c’era l’antico hotel Falcón e prima aveva una antica locanda aperta nel 1977.

Anche se c’è la università questa parte della Rambla è la più sventata. Grande chioschi pieni di riviste, giornali e postali del parche Güell, il povero Copito de Nieve e i giocatori del Barça ci danno la benvenuta. Anche cominciamo a vedere terrazze dei bari, piene di turiste che bevono la famosa sangría. Una bevanda che gli abitanti di Barcellona non bevono tanto ma i turisti insistono ad assaggiare.

L’ampia strada centrale della Rambla è piena di caricature y pittore di spry che risaltano il carattere boemo di questa parte della passeggiata. Ci sono rinstauranti specializzati, negozi di souvenir e tanti altri. È perciò che questa parte è conosciuta con il nome di Pla de les Comèdies o piazza del teatro. Da un gran piedistallo c’è il famoso commediografo Serafi Pitarra, l’uomo più popolare del teatro catalano del secolo XIX. 

In questo ponto, nella piazza del teatro sbocca una de le strade più famose di Barcellona: Escudellers. Che oggi ha diventato un nido di bari e discoteche per i giovani ma prima degli Giochi Olimpici era nido di marinari, ruffiani e gente di ogni tipo.

Alla fin fine, la parte bassa della città, dove Pitarra si inspirò nelle commedie e dramme usciti di queste strade.

Davanti il drammaturgo si trova il teatro principale, dove le sue opere hanno stato ripresentate tante volte.

Il teatro Principale dà il nome al Pla de les Comèdies. Questo carino nome ci ricorda che a volte prendiamo la vita troppo seria.

El Pla de les Comèdies si chiama così per il teatro Santa Creo o Casa de les Comèdies, che data dal secolo XVI. I primi ripresentazioni furono nel anno 1957. Era il teatro più antico della città.

Allora, questa fasciata della Rambla la occupa il teatro principale (attualmente un negozio di roba), una discoteca, pelletterie e un mitico Tablao Flamenco gestito da 3 generazioni d’artisti dal 1970. Il locale è conosciuto internazionalmente e è visita compulsa per tutti gli operatori turistici del mondo. Nel suo stage hanno attuato grande artisti flamenchi come: Farruco, Camarón, Manuela Carrasco, El Güito, Lole y Manuel, Manolete. La Tati, El Chocolate, Juan Villar, ecc. e artiste attuale come Miguel Poveda.

Tra tutto il casino si può vedere l’Arco del Teatro con il suo piccolo bar famoso per le bevande Manzanilla e Cazalla.

L’Arco del Teatro va al chiamato quartiere cinese, la parte bassa del Rabal, anche se mai non ha vissuta nessun cinese là!

Il quartiere Raval è situato a sinistra della Rambla. È una porta all’immigrazione di Barcellona: quartiere operaio, artista, studentesco, pieno di negozi, restauranti moderni e anche cucine arabe, pachistani, giapponese e tanti altre.

Ma torniamo alla Rambla. La piazza del Teatro è anche un luogo d’incontro con la sua famosa fonda Falcón, una fontana, una casa di lotterie e grandi bananieri che davano ombra. Da questa epoca soltanto rimangono i alberi. La prossimità alla muraglia de Mar- dove dopo si ubicò il Portal de la Pau- e il fatto che la Strada Escudellers, principale posto à Barcellona, non era aperta alla strada Ferran, facevano di questo posto uno pieno di gente.

Là si potevano vedere uomini annuncio, già che soltanto possono vederci ai film antichi come la Monvos, donna che cantava sfoggiando strambi pettinature.

Curiosi aspettavano davanti al teatro al autore Pitarra. Anche avevano guardie urbani, con grandi baffi e manganelli.

Allora la piazza del teatro è piena di cittadini, turisti, studenti e gente di tutto il mondo che cercano le migliori opportunità, artiste, amanti del football e il Barça, gente eccentrica, donne distratte, feste di addio al celibato, ecc.

Se la famosa Monyos tornasse alla Rambla direbbe che tutti hanno perso la testa…non soltanto lei.

 

If you are also interested in booking tours in and around Barcelona, we recommend Barcelona Day Tours. They offer pickup from your hotel or the port and touring in a small group